Esperto di Semalt su come impedire che lo spamming di segnalazione danneggi il tuo Web Analytics

L'analisi dei dati Web è fondamentale in quanto aiuta a misurare l'attività del sito. Universal Analytics ha più funzionalità rispetto al vecchio Google Analytics e gli utenti dovrebbero implementare di più UA. Tuttavia, l'aspetto negativo dell'utilizzo di UA è che riceve molti spam di riferimento. Tuttavia, non è un motivo sufficiente per non aggiornarlo. Se uno non blocca lo spam, può influire seriamente sull'analisi, in particolare per le PMI. Lisa Mitchell, la Customer Success Manager di Semalt , descrive come superare questo fastidioso spam.

Spam di riferimento

Lo spam di riferimento viene considerato come qualsiasi visita non umana che appare nel rapporto di analisi. Per esaminare tutto il dominio dei referrer, apri il rapporto di Google Analytics e seleziona Tutto il traffico dalla scheda Acquisizione. Il traffico di riferimento è il risultato di robot e spider che eseguono la scansione del sito o di robot che inviano codici ad UA per creare registri per una visita inesistente.

Perché questo è un problema e perché dovresti preoccupartene

Lo spam di riferimento genera visite extra al sito che non si verificano. Il risultato è che confonde con le informazioni nell'analisi e crea un'immagine sbagliata sulle prestazioni del sito. Si traduce in alti tassi di rimbalzo e un tasso di conversione discreto.

Qual è il punto e perché lo fanno?

L'obiettivo dietro lo spam referral è quello di convincere le persone inconsapevoli a visitare il sito di origine. Quando questi URL compaiono nel rapporto di analisi, hanno come target la curiosità del proprietario di sapere qual è il contenuto che hanno che genera così tanto traffico. Non si dovrebbe mai visitare un sito che non riconoscono. I siti sono relativamente innocui in quanto cercano solo di ottenere traffico organico e aumentare il loro ranking di ricerca. Ma ancora una volta, proprio come qualsiasi altro spam, potrebbero ricollegarsi a un sito dannoso, motivo per cui è necessario evitarli nella loro totalità.

Tipi di spam di referral

Prima di tentare di bloccare lo spam di riferimento, è necessario comprendere le diverse forme che assume. Sono essenzialmente due: crawler che visitano il sito e robot che inviano solo riferimenti fantasma. Dal momento che agiscono in modo diverso, affrontali come tali.

Crawlers

Si travestono da siti Web legittimi e seguono i collegamenti con l'intenzione di eseguire la scansione del sito. Vengono principalmente sotto forma di programmi e tentano di visitare tutti i siti della pagina. I crawler legittimi troveranno informazioni che facilitano l'utilizzo del Web. I crawler ombreggiati eseguiranno la scansione del Web solo in modo da lasciare il loro URL in modo da ottenere un backlink al loro sito. Bloccali utilizzando il file .httaccess o imposta il filtro personalizzato in Google Analytics.

Referrers Ghost

Anche questi sono programmi ma sono diversi dai crawler nel modo in cui funzionano. Esiste un protocollo di misurazione in Universal Analytics che consente di misurare e monitorare attività offline. Alcune persone con intenzioni dannose ne approfittano e inviano dati casuali agli ID di Google Analytics. Gettano quanti più dati possibile per aumentare la possibilità di ottenere un successo. Se riescono a ottenere un successo, registra come una visita e include la fonte di riferimento per assicurarsi che alcune persone seguano la fonte sul sito di riferimento.

Eventi fantasma

Alcuni nuovi robot ora inviano informazioni sugli eventi di Analytics. Per vedere se vengono visualizzati eventi Ghost, apri gli eventi comportamentali e vai al rapporto sugli eventi principali. È un tentativo di attirare utenti inesperti in analisi a visitare il loro sito.

Combattere lo spam di segnalazione

La modifica del file .htaccess non funziona per Ghost Referrals ed Ghost Events. Filtra questi domini utilizzando filtri personalizzati o segmenti personalizzati in Google Analytics.

Filtri per Ghost Referrer

Concentrati sul fatto che i referral fantasma non sanno di cosa tratta il sito web. Il nome host è ciò che il visitatore utilizza per raggiungere il sito. Una versione del nome host del sito viene visualizzata nel rapporto di Google Analytics. Tuttavia, i referenti fantasma elencano come (non impostato) o il nome di un sito Web. Trova l'elenco di tutti i nomi host impostando un intervallo di tempo come due anni, fai clic su Tecnologia, quindi su Rete. La dimensione principale dovrebbe essere il nome host. Riporterà i risultati di tutti i nomi host che hanno visitato il sito negli ultimi due anni.

Impostazione del filtro

Imposta un elenco di tutti i nomi host che desideri consentire. Quindi apri Google Analytics, vai alla sezione Amministratore e sotto Visualizza, fai clic su Filtri. Crea un nuovo filtro e assegnagli un nuovo nome come "Host validi" e in Tipo di filtro, lascialo su Personalizzato. Seleziona includi e scegli il nome host nel campo Filtro. Immettere tutti gli host validi che separano ciascuno da una barra verticale. Salvare il filtro e lasciare vuota la casella di controllo "Case Sensitive".

Quando si esegue tutto ciò, assicurarsi di avere un filtro separato come vista "Test" con i dati di origine e per scopi di confronto.

Filtri per cingoli

Aggiungi i crawler a un elenco che desideri escludere. Segue la stessa procedura di Ghost Referrers. L'unica differenza è che invece di "Includi", scegli di escludere la sorgente della campagna nel filtro archiviato. Immettere l'elenco di crawler che li separa con una barra verticale.

Identificazione dei crawler

Registrano le proprie sessioni con una frequenza di rimbalzo del 100% e una singola pagina per sessione. Mostrano il 100% di nuovi utenti.

Filtri vs. Segmenti

I filtri mantengono completamente altri dati da quella particolare vista. Funziona solo dalla data di creazione verso il futuro. L'analisi dei vecchi dati richiederà invece l'uso di segmenti.